• us
  • it
  • fr
  • es
  • en

    Uffici

    Trattamento acustico uffici e ambienti di lavoro

    E’ provato che nei luoghi di lavoro alti livelli di produttività e concentrazione sono in stretta relazione con condizioni ambientali favorevoli. La normativa ISO 3382-3:2012 rappresenta lo standard di misurazione acustica di un ambiente e della qualità della privacy del parlato in uffici open space. Qualità dell’intelligibilità del parlato e della privacy, distanza di distrazione oltre al campo sonoro diffuso, sono elementi che concorrono al corretto trattamento acustico uffici. Nell’analizzare l’acustica di un ufficio open space dovranno essere valutati diversi aspetti, come la distanza tra le postazioni di lavoro e l’altezza delle separazioni tra le postazioni. Le esigenze acustiche in questo tipo di ambiente possono variare: ad esempio in alcuni uffici è richiesta una buona intellegibilità per favorire la comunicazione tra gli impiegati, in questo caso le partizioni saranno in quantità minore e più basse. Questo però diminuirà l’aspetto privacy del parlato. Minor privacy significa maggior distrazione.Pertanto in ambiti dove è più importante la concentrazione si dovrà porre maggiore attenzione al layout e alla dimensione delle partizioni.

    Prodotti consigliati per il trattamento acustico uffici:

    D-Space consente, con estrema facilità, di creare diversi ambienti in un’unica sala. Oltre ad essere eccellente dal punto di vista della fonoassorbenza, anche grazie alla superficie ampia, offre la possibilità di adattare l’area a diverse soluzioni di arredamento con estrema dinamicità e facilità.

    Silente, il pannello fonoassorbente monofacciale rivestito in tessuto, adatto per l’installazione a parete o soffitto con appositi binari. Disponibile anche nella versione a sospensione, Silente riduce al minimo i disturbi acustici derivanti dal parlato. Su richiesta è possibile integrare efficienti sistemi di luci a led.

    Scriba, il pannello bifacciale da scrivania in grado di separare l’area operativa dei vari impiegati in modo da ridurre problematiche acustiche tipiche di uno spazio in cui decine di voci si sovrappongono assiduamente durante l’arco della giornata.

    ESEMPIO PRATICO

    Nell’esempio che segue vediamo come può cambiare l’acustica del locale grazie ad una efficace e razionale distribuzione degli elementi fonoassorbenti.

     trattamento acustico uffici
    L’ufficio di esempio ha una superficie di 60 mq ed un volume di 162 mc, ed è caratterizzato dalla presenza di materiali che si trovano comunemente negli uffici, come gres, intonaco, vetro, laminato.

    I materiali considerati per il calcolo del TR sono, intonaco, ceramica, cartongesso, vetrocamera, legno. Il Tempo di Riverberazione calcolato per questo locale è di 2,10 s, alla media 250-2000 Hz, inadeguato per qualsiasi attività.

    Il Tempo di Riverberazione ottimale per attività di ufficio dovrebbe essere compreso tra 0,4 s e 0,6 s. in base al volume del locale. Nel nostro locale di esempio possiamo conseguire un TR di 0,52 s alla media 250-2000 Hz, molto buono per un ufficio open space, semplicemente con l’impiego di schermi su scrivania e pannelli sospesi a soffitto sopra alle postazioni di lavoro.

    Osservando il grafico vedremo come il tempo di riverberazione diminuisca all’aumentare degli elementi fonoassorbenti, potremo comprendere che sarà necessario agire su più fronti, soprattutto in uffici affollati come quello in esame, diversificando e distribuendo il materiale fonoassorbente in modo omogeneo, per un risultato acustico finale ottimale.

    I valori espressi del Tr sono riferiti a locale non occupato.

    • :

    RICHIEDI INFORMAZIONI

    • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
    Lamm S.r.l. a socio unico | C.F. / P.IVA 02655090344
    powered by studio375.it